Scarica

Tutti i numeri della rivista dedicata al rapporto tra lavoro, territorio e cultura sono scaricabili.

Il voto, la terra, i detriti. Fratture sociali ed elettorali.

Dalla "Repubblica dei partiti" alla "Repubblica dei detriti": un viaggio elettorale

Caratteristiche

Autori Fausto Anderlini
Pubblicato nel 2013
Formato 17x24
Pagine 376
ISBN 978-88-97992-02-08
Uscita Aprile 2013
Distribuzione Pde
Tema in evidenza perchŔ In vista delle prossime elezioni regionali riflettiamo su politica e territorio

Caratteristiche

Tipo Libro
Temi Politica , Cultura , Storia
Autore Fausto Anderlini
Anno 2013
Discussione su Facebook , Google , Twitter
Codice
SR02
Prezzo
€ 20,00

Documenti

Download

  • scarica allegatoRecensione di Michele Prospero in Rassegna sindacale Download
  • scarica allegatoRecensione di Carlo De Maria in E-Review Download

Perché i climi politici variano da luogo a luogo? Che cosa ne è delle "regioni politiche" d’un tempo? Questo volume è una raccolta di osservazioni redatte come rapporti nel corso di due viaggi. Il primo a ritroso nel tempo, alla ricerca delle fratture che hanno segnato la politica repubblicana. Qui risalta l’intensità del rapporto fra i partiti e la terra, o meglio il modo in cui la terra, cioè i rapporti agrari s’innervano nei partiti per poi filtrare nelle città. Il viaggio di ritorno riconduce da quell’origine all’oggi. Dove si vedono i cambiamenti, ma anche clamorose persistenze. Talvolta con esiti bizzarri. Smentendo ogni previsione lineare i defunti partiti di massa sono stati sostituiti da un coacervo di figurazioni. L’agognato mondo senza partiti è popolato da una folla instabile di pseudo-partiti: iper e post materialisti, micro-civici e personalistici, monocratici ed ultra-democratici, cetuali, caserecci, tribunizi, tecnocratici, ubuistici, videocratici ed internautici. Una "Repubblica dei detriti", depositata dai colpi di maglio del populismo, è succeduta alla "Repubblica dei partiti", l’accatastamento concitato di forme politiche e delle loro parodie all’organizzazione geometrica dell’originaria occupazione del suolo, quando i partiti erano la "nomenclatura della terra", e conseguentemente delle classi sociali. La democrazia è diventata una cava, nella quale una moltitudine di attori, che hanno la pretesa di denominarsi "nuovi", si affannano a spigolare fra i ruderi di un’antica e insuperata civiltà.

Autori

Fausto Anderlini, sociologo, è autore di vari saggi e volumi, tra i quali ricordiamo: Terra rossa. Comunismo ideale, socialdemocrazia reale: il Pci in Emilia-Romagna, Istituto Gramsci, 1990; Identità e spazio locale. Formazioni territoriali intermedie e reti istituzionali in Italia ed in Emilia-Romagna, Clueb, 1993 (con Maurizio Zani); Dalla città diffusa alla metropoli policentrica. Idee per la Città metropolitana di Bologna, Maggioli, 1991 (a cura di).

Fotogallery

zoom

 » Il voto, la terra, i detriti. Fratture sociali ed elettorali.



« Continua lo Shopping
Vai al carrello »

L'articolo Ŕ nel carrello