Scarica

Tutti i numeri della rivista dedicata al rapporto tra lavoro, territorio e cultura sono scaricabili.

Rappresentanza, Organizzazione, UnitÓ

Un'esperienza per valorizzare il ruolo dei delegati sindacali

Caratteristiche

Autori Davide Dazzi, Stefano Vanni
Prefazione di Giordano Giovannini
Postfazione di Emilio Miceli
Pubblicato nel 2016

Caratteristiche

Tipo Libro
Temi Lavoro , Sindacato , Economia
Autore Davide Dazzi
Anno 2016
Codice
fa05
Prezzo
€ 12,00

Il 10 gennaio 2014 Cgil, Cisl, Uil e Confindustria appongono la propria firma sul Testo Unico sulla rappresentanza. La raccolta di norme è il risultato dell'applicazione di precedenti accordi e rappresenta per l’intero movimento sindacale confederale un importante strumento di cambiamento e riflessione toccando alcuni fondamentali aspetti della sua attività rappresentativa e rivendicativa: dalla misurazione certificata della rappresentanza, all'esigibilità degli accordi e al ruolo negoziale delle rappresentanze sindacali. Già all’indomani della firma dell’accordo la Filctem-Cgil Emilia-Romagna percepisce l’esigenza di attivarne un percorso di valorizzazione connessa alla necessità di riformare e rinnovare i meccanismi della rappresentanza. Fare questo significava riscoprire il ruolo dei delegati sindacali quali “capitale sociale” del sindacato ridefinendone competenze, prerogative e ripensando i termini del patto d’ingaggio che li lega all’organizzazione confederale. Partendo, cioè, dall’idea che i cambiamenti non vadano solo percepiti e recepiti ma governati, la Filctem Cgil ER ha promosso una ricerca in collaborazione con l’Ires-Emilia Romangna che affronta – attraverso focus group e interviste dirette – il tema della rappresentanza, concentrando la propria attenzione sui delegati aziendali, sui funzionari e sui segretari generali attivi territorialmente. Alla ricerca si è, poi, affiancata l’attività di un gruppo di formatori con il compito di ipotizzare un intervento formativo finalizzato alla riformulazione dei rapporti che legano il delegato sindacale al funzionario e, per suo tramite, all’intera organizzazione. Inoltre, la categoria ha approfondito in ambito seminariale alcune questioni di interpretazione del TU alla luce di alcune complessità messe in risalto dalla scienza giuridica e sociale. Il presente volume rappresenta, dunque, il risultato di questo progetto di ricerca, formazione e approfondimento, volto ad avviare un virtuoso processo di rinnovamento dell’azione sindacale fondato su un nuovo modello di contrattazione e di rappresentanza, e sulla ripresa di un percorso di Unità sindacale. La sfida è quella di partire dall’accordo sul TU per progettare una contrattazione più inclusiva, nuove forme di valorizzazione alle istanze territoriali e superare la crisi di rappresentanza sopperendo anche al grave ritardo in merito alla predisposizione dei regolamenti attuativi dell’accordo. Ma il presente volume è più di tutto questo: fornisce una chiara istantanea sullo stato attuale della rappresentanza sindacale, della sua crisi e dei suoi futuri possibili sviluppi.

Autori

Davide Dazzi, ricercatore dell’Ires Emilia-Romagna dal 2008 sui temi del lavoro e relazioni industriali. Ha recentemente pubblicato, con Daniele Dieci, Le condizioni di lavoro dei giovani tra rilevazione oggettiva e percezione soggettiva, in "Sociologia del Lavoro", n. 130/2013, ed è autore degli articoli Il delegato sindacale come termometro sociale, in "Quaderni di Rassegna sindacale", n. 2/2013 e Gli effetti benefici della partecipazione, in "Prisma", n. 2/2012.

Giordano Giovannini, segretario generale Filctem-Cgil Emilia-Romagna.

Emilio Miceli, segretario generale Filctem-Cgil.

Stefano Vanni, coordinatore nazionale delle politiche formative della Filctem Cgil.

Fotogallery

zoom

 » Rappresentanza, Organizzazione, UnitÓ



« Continua lo Shopping
Vai al carrello »

L'articolo Ŕ nel carrello