Scarica

Tutti i numeri della rivista dedicata al rapporto tra lavoro, territorio e cultura sono scaricabili.

E' uscito ERE 14/Luglio 2013

I temi: ricostruzione post-sisma; economia criminale; reddito e cittadinanza. L'intervista a Goffredo Fofi.

Caratteristiche

Caratteristiche

Il primo tema affrontato in questo numero di ERE è "La ricostruzione oltre l’emergenza". Vi si riflette su come dare nuovo impulso al sistema produttivo emiliano-romagnolo nella difficile situazione del post-sisma. La ricostruzione è partita appena per il 10% e c’è un grosso lavoro da fare per la messa in sicurezza del territorio. In tutto questo il sistema pubblico avrà un ruolo fondamentale, affinché non si frantumi anche in Emilia quel “patto di cittadinanza”, quel rispetto per le comunità locali, che è stato violato nel caso dell’Aquila.
Le mafie si alimentano del paradigma neoliberista, che porta alla totale mercificazione delle cose e delle vite. Mentre emerge una nuova “borghesia mafiosa”, l’holding del crimine organizzato si fa agenzia di collocamento, sottoponendo i lavoratori al ricatto di un impiego senza diritti. I problemi che stanno di fronte alla cultura della legalità sono esaminati nel tema "Fermare l’economia criminale".
Il tema "Cittadinanza tra reddito e lavoro" fa il punto sul dibattito europeo relativo agli interventi a garanzia e sostegno del reddito. Il rapporto tra inclusione sociale e lavoro è una delle emergenze politiche che il protrarsi della fase recessiva ha reso più esplicite. Occorre dunque dare precisi segnali legislativi a chi vive nell’incertezza causata dalla disoccupazione e dalla precarietà.  
Il numero è completato, come di consueto, da recensioni e articoli di riflessioni su temi di attualità come, ad esempio, il “deficit sociale” dell’Unione europea e la “green economy” come motore occupazionale.
L'intervista a Goffredo Fofi, che apre il numero, riflette sugli strumenti di condizionamento di un potere politico ed economico sempre più oligarchico, sul disastro della sinistra italiana, sul futuro del sindacato, sull’importanza di mantenere vivo un pensiero critico che ci consenta, nonostante tutto, di continuare ad affrontare la realtà in maniera attiva e consapevole.


« Continua lo Shopping
Vai al carrello »

L'articolo nel carrello