Scarica

Tutti i numeri della rivista dedicata al rapporto tra lavoro, territorio e cultura sono scaricabili.

Un post su Facebook di Federico Chicchi

Una riflessione per l'incontro "Cultura, Lavoro, Sindacato" dell'11/01/2016

Caratteristiche

Caratteristiche

Domani si svolgerà a Bologna un davvero importante incontro sul futuro del sindacato e del lavoro.
Molto probabilmente per un impedimento dell'ultimo minuto non riuscirò a intervenire come era previsto. Approfitto allora di Facebook per dire due cose che sarebbero state parte del mio (brevissimo) intervento: la prima riguarda la necessità di ripensare il lavoro a partire dal suo, del tutto nuovo, contesto di produzione del valore. Il lavoro oggi si organizza infatti a partire dalla "città", dalle reti che qui si intrecciano e dalle sue risorse di sapere e innovazione sociale. Tenere oggi separate metropoli e lavoro per riportare quest'ultimo per lo più dentro lo spazio della "fabbrica" sarebbe un grave errore strategico e politico. Esiste una soggettività del lavoro (e soprattutto del lavoro precario) nel postindustriale che attraversa e abita il nuovo scenario capitalistico che deve essere interpellata e posta al centro della costruzione del nuovo sindacato. Occorre, attraverso la mobilitazione delle loro "gravità" sociali, lavorare per intrecciare i destini e valorizzare i nessi emancipativi tra la città e il lavoro, occorre problematizzare a fondo l'inedito rapporto apertosi tra produzione e riproduzione sociale.
Inoltre e soprattutto però occorre evitare di ripensare il sindacato per lo più come fosse un lubrificatore (uno mero strumento di attenuazione) delle politiche economiche e del lavoro neoliberali portate avanti dagli attuali governi di centro sinistra (e non) in Europa. Contrastando, in primo luogo e per esempio, l'idea che l'unica contrattazione possibile e auspicabile oggi sia quella che si può organizzare a livello aziendale. Nessuna nuova federazione/coalizione del lavoro sarà infatti possibile se il sindacato diventerà, per primo, agente "corporativo" e e di servizio della frammentazione di classe.


« Continua lo Shopping
Vai al carrello »

L'articolo nel carrello